Restare in forma dopo i 50 anni

Post-22
 
Non è mai troppo tardi, o quasi, iniziare a praticare sport, persino dopo i 50.
Certo è che se si arriva pesantemente fuori forma sarà molto difficile acquisire una linea perfetta. Ciò non toglie che avvicinarsi all’attività fisica nel modo giusto può dare i suoi frutti.

Una corretta attività aerobica infatti permette di ridurre gran parte dei fattori di rischio correlati alle patologie cardiocircolatorie (pressione sistolica e diastolica, profilo lipidico ematico), metaboliche (controllo glicemico) e agisce anche sulla sfera psicologica migliorando umore ed autostima, oltre a migliorare la salute delle ossa, aumentandone la densità e prevenendo quindi fenomeni di osteoporosi.

Ecco perché fare attività fisica fa bene:
Diminuisce il rischio di contrarre malattie cardiovascolari, in particolare, lo sport è un ottimo antipertensivo;
Abbassa il rischio di sviluppare diabete mellito perché aiuta a regolare i livelli glicemici nel sangue;
Tiene lontano il rischio di cadute con conseguenti fratture poiché l’abitudine all’attività motoria rende il corpo più flessibile, elastico e capace di senso dell’equilibrio;
Ausilio anti invecchiamento: uno studio su alcune donne in post menopausa ha accertato che fare attività motoria aiuta i telomeri (sequenze di Dna che proteggono le estremità dei cromosomi) a mantenere longeve le cellule immunitarie. Per il successo dell’operazione, sono necessari 42 minuti di sport ogni 3 giorni.

Prenditi cura del tuo corpo!

Scopri tutte le nostre offerte sulla bacheca Spiiky per una visita o una consulenza.

Spinning

Post-21
 
Lo spinning è un’attività aerobica che si realizza su di una bicicletta fissa. Nato come strumento preparatorio per il ciclismo su strada, ha conquistato una sua autonomia affermandosi come uno dei corsi più seguiti, grazie ai notevoli benefici portati quali aumento dell’efficienza cardiovascolare e tonificazione dei muscoli.

Lo spinning nasce da un’idea del ciclista americano Johnny G. Goldberg dopo un periodo di crisi motivazionale durante la famosa gara ciclistica statunitense RAAM open west. Johnny G. aveva abbandonato la competizione prima di raggiungere il traguardo, sebbene fisicamente fosse al top. Si accorse subito che il problema era psicologico e si mise alla ricerca di un programma di allenamento che potesse migliorare questo aspetto, fondamentale per affrontare psicologicamente la pressione agonistica e così ideò il primo prototipo di spinning bike.

La principale differenza con la tradizionale cyclette consiste nella presenza di un pesante disco di ghisa (volano) che, messo in rotazione dai pedali, grazie all’azione di un freno, simula molto fedelmente le condizioni di sforzo di una pedalata in bicicletta e le condizioni di salita e discesa.

L’ipotetico giro in bici che lo spinning permette di eseguire fa lavorare l’organismo in modo completo e anche maggiore rispetto al vero giro in bicicletta.

Ma quali sono i benefici?
Utile per rassodare glutei e gambe, lo spinning (detto anche indoor cycling) fa tonificare e agisce lavorando sui muscoli delle cosce, dei polpacci, delle natiche. Un lavoro intenso ad alte prestazioni cardiache, che rende questa disciplina del fitness molto praticata per chi vuole perdere peso e tonificare allo stesso tempo.

Si tratta di un ottimo allenamento di tipo cardiovascolare che rende possibile un grande dispendio di calorie (540 Kcal/h). Le lezioni fanno progressivamente aumentare il ritmo cardiaco nell’arco di tempo di circa 20 minuti.
Il lavoro aerobico corrisponde alla capacità da parte dell’organismo di attuare un processo di resistenza basato sull’ossigenazione continua. Durante l’esercizio aerobico, l’ossigeno viene immagazzinato e utilizzato dai muscoli. Quanto più questo processo è efficiente, tanto più lo stato di salute migliora. L’attività aerobica fa lavorare al meglio cuore e polmoni.

Prenditi cura del tuo corpo!
Scopri tutte le nostre offerte sulla bacheca Spiiky per una visita o una consulenza.